SIC TV

Webinar La funzione mitocondriale e il metabolismo cardiaco nella terapia dello scompenso





File a supporto
Powerpoint:

Contenuto
La terapia dello scompenso cardiaco è prevalentemente basata sul blocco dell'attivazione neuroormonale – l'unico approccio con un dimostrato impatto sulla prognosi - e la riduzione del lavoro del cuore attraverso la modulazione del precarico e della frequenza cardiaca. Tuttavia, nessun farmaco attualmente in uso è in grado di agire direttamente sulla funzione dei cardiomiociti. Negli ultimi anni, la ricerca preclinica ha evidenziato numerose alterazioni molecolari che rappresentano potenziali target terapeutici. In particolare, la produzione di energia attraverso il metabolismo ossidativo mitocondriale - e la sua modulazione da parte del coupling eccitazione-contrazione – sono severamente alterate nello scompenso cardiaco, e giocano un ruolo nella patogenesi della disfunzione contrattile e delle aritmie ventricolari.