SOCIETà ITALIANA DI CARDIOLOGIA

Cardiologia per il pubblico


Ricerca
Termine
  Termini presenti: 213

SOFFIO CAROTIDEO
Rumore patologico auscultabile con il fonendoscopio quando viene poggiato al di sopra di un'arteria, in questo caso la carotide, un'arteria del collo. Indica stenosi o sclerosi del vaso. L'aterosclerosi carotidea è un importante fattore di rischio per lo stroke
SOPRAVENTRICOLARE, TACHICARDIA
Ritmo cardiaco accelerato che origina dalle camere superiori del cuore, percepito spesso come palpitazioni
STENOSI
Restringimento
STENOSI MITRALICA
Spesso causata dalla malattia reumatica, è un restringimento della valvola mitralica che può condurre ad aritmie ed a patologie polmonari
STENT INTRACORONARICO
Cilindretto di maglia metallica adoperato durante l'angioplastica per mantenere dilatata una stenosi trattata con palloncino
STRESS
Reazione dell'organismo a stimoli esterni; può produrre patologie quando la stimolazione esterna è eccessivamente prolungata
STRESS TEST
Registrazione elettrocardiografica eseguita durante esercizio fisico (cyclette o tapis roulant) con monitoraggio della pressione arteriosa
STROKE EMORRAGICO
Emorragia intracerebrale causata dalla rottura di un vaso o di un aneurisma che può provocare danni neurologici di varia entità (paresi, plegie...). Vedi ictus
STROKE ISCHEMICO
Necrosi ischemica causata dall'occlusione di un'arteria cerebrale che può provocare danni neurologici di varia entità (paresi, plegie...). Vedi ictus
SUBARACNOIDEA, EMORRAGIA
Emorragia con raccolta di sangue tra meningi ed encefalo
TACHICARDIA VENTRICOLARE
Aritmia ventricolare caratterizzata da battiti in sequenza così rapida da non risultare in grado di mantenere la funzione di pompa del cuore; in alcuni casi può essere letale
TALLIO, SCINTIGRAFIA al
Metodica diagnostica scintigrafica che mediante l'infusione di un tracciante radioattivo consente di evidenziare la perfusione miocardica
TIA (TRANSIENT ISCHEMIC ATTACK)
Piccolo stroke causato dall'occlusione temporanea di un vaso cerebrale, senza danni permanenti. Circa il 10% degli stroke è anticipato da TIA, per cui non vanno trascurati e va immediatamente iniziata una adeguata prevenzione dello stroke, agendo sui fattori di rischio
TORACENTESI
Serve ad estrarre il liquido presente nella cavità pleurica. Si effettua con un apposito set composto da ago e sistema di aspirazione e il liquido estratto può essere esaminato. La presenza di liquido nella cavità pleurica, in quantità più o meno rilevante, è quasi costante dopo interventi cardiochirurgici ed indica solo una particolare reazione irritativa all'intervento. Solitamente scompare entro pochi giorni con opportuna terapia.
TRANS, ACIDI GRASSI
Grassi alimentari che, pur essendo acidi insaturi, si comportano come grassi saturi e fanno aumentare i livelli di colesterolemia. Vengono prodotti tramite idrogenazione, un processo che trasforma gli oli alimentari in grassi solidi

 

 

< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 >